Cidiu S.p.A.        

CERCA NEL SITO

 
a a a
SERVIZI

SERVIZIO TRASPORTO E SMALTIMENTO MANUFATTI IN AMIANTO


Con il Decreto n. 22-1444 del 18 maggio 2015 la Giunta della Regione Piemonte ha deliberato di assegnare contributi ai Comuni, singoli o associati, per incentivare, tramite l'attivazione di servizi di raccolta, trasporto e smaltimento, la bonifica di manufatti contenenti amianto.

Il contributo è finalizzato alla raccolta, al trasporto ed allo smaltimento dei seguenti manufatti contenenti amianto in matrice compatta, già rimossi presso edifici di proprietà privata a seguito di operazioni di bonifica effettuate nel rispetto della normativa vigente:

  • lastre piane e/o ondulate e/o romane in cemento-amianto;
  • pannelli in cemento-amianto;
  • canne fumarie ed altre tubazioni in cemento-amianto;
  • piccole cisterne o vasche in cemento-amianto;
  • vasi in cemento-amianto;
  • altri manufatti in cemento-amianto.

Destinatari dell’iniziativa e suo iter

I cittadini o le imprese proprietarie di immobili in uno dei Comuni del territorio servito da Cidiu Servizi spa che hanno aderito all’iniziativa della Regione Piemonte (Alpignano, Buttigliera Alta, Collegno, Druento, Giaveno, Grugliasco, Pianezza, Reano, Rivoli, San Gillio, Sangano, Trana, Venaria Reale e Villarbasse), per smaltire piccoli quantitativi di manufatti in amianto (fino a 40 mq o 450 kg) presenti nei loro immobili, dovranno seguire il seguente iter:

  1. dall’11 luglio 2016, su questo sito, è possibile far domanda di inserimento nell’apposito elenco finalizzato alla formazione della graduatoria finale degli aventi diritto, compilando il format di adesione. L’ordine di arrivo, vista la limitatezza dei fondi, sarà requisito per l’accesso in graduatoria. Al momento della compilazione della domanda il richiedente dovrà dichiarare se intende incaricare un'impresa autorizzata per la rimozione e confezionamento iscritta all'Albo nazionale dei Gestori Ambientali in categoria 10 (bonifica dei beni contenenti amianto) o se intende provvedere personalmente, come consentito dall'attuale quadro normativo, assicurando il rispetto delle procedure indicate nell'allegato A del DGR 25-6899 del 18/12/2013;
  2. dal 19 settembre sarà possibile consultare la graduatoria provvisoria e verificare se si rientra negli aventi diritto al servizio di raccolta e smaltimento gratuito. La graduatoria verrà aggiornata periodicamente con le nuove richieste di finanziamento;
  3. a partire dal 19 settembre, su questo sito, sarà possibile compilare il format per la richiesta dell'intervento di raccolta e smaltimento; prima di compilare la richiesta di ritiro occorrerà procedere come segue:

    SE si effettua in proprio la rimozione del manufatto
    - partecipare alla serata informativa organizzata da Cidiu Servizi in accordo con la ditta incaricata *;
    - almeno 48 prima dell'esecuzione dell'intervento compilare la dichiarazione "Rimozione e smaltimento di manufatti in amianto in matrice compatta" (DGR 25-6899 del 18/12/2013, allegato 1 dell'allegato A), consegnarla in triplice copia al Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell'Asl territorialmente competente, che timbrerà per ricevuta le tre copie e ne restituirà due al cittadino.
    Si precisa che, come indicato nella DGR 25-6899, la rimozione può essere effettuata solamente nel rispetto dei seguenti limiti quantitativi:

    TIPOLOGIA MANUFATTOQUANTITÀ MASSIME
    lastre piane e/o ondulaten. 15, per una superficie di circa 30 mq
    pannellin. 15, per una superficie di circa 30 mq
    canne fumarien. 3 metri lineari
    altre tubazionin. 3 metri lineari
    piccole cisterne o vaschen. 2 di dimensioni massime di 500 litri
    cassette per ricovero animali domestici (cucce)n. 1
    piastrelle per pavimenti in linoleum/vinil-amianton. 15 mq di superficie


    SE si affida la rimozione del manufatto a ditta autorizzata
    - assicurarsi che la ditta autorizzata espleti le necessarie pratiche verso l'Asl, facendosi consegnare le due copie della dichiarazione timbrate.

    Nel compilare il format per la richiesta di intervento di raccolta e smaltimento occorrerà allegare la scansione della dichiarazione timbrata dall'Asl.
    Dopo la compilazione del format il cittadino verrà contattato telefonicamente dalla ditta incaricata per concordare tempistiche e modalità di ritiro a domicilio dei rifiuti di amianto;
  4. a seguito della richiesta di ritiro sarà possibile provvedere alla rimozione del manufatto, conservandolo in deposito presso la sede della rimozione, adeguatamente trattato e confezionato come descritto nelle Linee Guida presenti nell’allegato A del DGR 25-6899 del 18/12/2013, fino alla data concordata per il ritiro da parte della Ditta autorizzata al trasporto e allo smaltimento;
  5. consegnare le due copie della dichiarazione “Rimozione e smaltimento di manufatti in amianto in matrice compatta” timbrate dall’ASL territorialmente competente all’operatore della Ditta che effettua il ritiro a domicilio dei rifiuti. Lo stesso provvederà a firmarle e a timbrarle per ricevuta, successivamente ne tratterrà una copia. La restante rimane al cittadino;
  6. effettuato il trasporto e il conferimento in discarica autorizzata per rifiuti pericolosi, la Ditta rilascerà al cittadino copia del formulario rifiuti rilasciato dalla discarica;
  7. trasmettere, entro un mese dall’avvenuto ritiro dei manufatti, alla S.C. Igiene Pubblica dell’ASL territorialmente competente, copia della dichiarazione “Rimozione e smaltimento di manufatti in amianto in matrice compatta” firmata e timbrata dalla Ditta autorizzata che ha effettuato il trasporto e il conferimento del rifiuto in discarica, copia e del formulario rifiuti rilasciato dalla discarica.

*Serate informative

I manufatti in amianto devono essere trattati con particolare cautela, vista la accertata nocività di questo materiale per la salute. Onde evitare che vengano rimossi o confezionati con modalità non corrette e per guidare i cittadini che sono rientrati nella graduatoria nella procedura da seguire, verranno organizzate alcune serate informative, a cura della Ditta che svolgerà lo smaltimento del materiale.

La partecipazione alle serata sarà obbligatoria per i cittadini che al momento della presentazione della domanda hanno dichiarato di svolgere l’intervento in proprio, onde evitare mancati ritiri del materiale in fase di raccolta per un errato confezionamento.

Nel corso delle serate verranno messi a disposizione, per l’acquisto, i kit per la rimozione, reperibili anche sul mercato. Le serate informative verranno pubblicizzate su questo sito, ed i cittadini interessati verranno invitati tramite email all’indirizzo di posta elettronica fornito nel format di adesione.

Autorizzazioni edilizie

In caso di rimozione di manufatti, gli interventi dovranno essere eseguiti nel rispetto delle norme specifiche contenute nel Testo Unico in materia edilizia - D.P.R. 6 giugno 2001 n° 380 e s.m.i.; eventuali informazioni al riguardo possono essere acquisite presso lo Sportello per l'Edilizia del proprio Comune.

 

In caso di problemi relativi alla compilazione dei format è disponibile l'indirizzo email amianto@cidiu.to.it

 

Utilizzo dei bottoni a fondo pagina:

- SCARICA GRADUATORIA: permette di scaricare l'elenco dei soggetti che hanno presentato domanda e sono stati ammessi al servizio. La graduatoria viene integrata ogni qualvolta giungano nuove richieste valutate idonee.

- COMPILA CANDIDATURA: permette di presentare domanda per essere ammessi alla graduatoria degli aventi diritto.

- COMPILA RICHIESTA RITIRO: permette di richiedere il ritiro del materiale rimosso e imballato secondo quanto previsto dalla normativa vigente.

 

 

 

 

Allegati



   

Il numero gratuito del CIDIU per ogni esigenza del cittadino

Informazioni utili per l'utilizzo del Numero Verde

Scarica il modello

Documento unico di regolarità contributiva

Dati per richiesta telematica D.U.R.C.